RELAZIONE PROGRAMMATICA 2020

Inviato da Segreteria il Mer, 31/07/2019 - 09:43

RELAZIONE PROGRAMMATICA ANNO 2020

Premessa

La Sezione Provinciale di Como dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti si impegna ad operare per il perseguimento dei «compiti istituzionali di preminente rilievo sociale, sia associativi che di rappresentanza, patrocinio e tutela dei minorati della vista», così come previsto dall’art. 37, comma 2, della Legge Regionale 14.2. 2008, n. 1.

Come riportato dallo Statuto Sociale, lo scopo dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti che opera senza fini di lucro per l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, è l'integrazione dei ciechi e degli ipovedenti nella società.

Il Consiglio Direttivo, si impegnerà nella ideazione e organizzazione di attività in differenti SETTORI quali: formazione, riabilitazione, autonomia personale, mobilità ed orientamento, organizzazione di corsi di informatica e di strumenti tecnologicamente avanzati, corsi di scrittura Braille oltre ad attività culturali, artistiche, di svago e ricreativo-sportive.

Importante ambito di intervento è quello relativo alla formazione e riqualificazione professionale a favore dei lavoratori disabili visivi. La sezione rappresenterà un centro di erogazione di servizi, non solo dedicati all’assistenza a cura del patronato sociale e per lo svolgimento di pratiche burocratiche ai fini dell'ottenimento di  benefici economici di legge, ma anche per rendere accessibile il mondo sempre in continua evoluzione dell’informatica e dell'elettronica, per l'erogazione ai disabili visivi di specifici servizi e corsi di vario genere anche a livello avanzato.

 

Nel corso del corrente anno il Consiglio direttivo sta portando avanti anche il lavori di eliminazione delle barriere architettoniche presso la sede, lavori già iniziati alla fine del  2018 per quanto riguarda il rifacimento del bagno presso il salone riunioni, completamente adattato all’uso da parte di soggetti con difficoltà motorie. Prossimo e delicato intervento sarà l’installazione di un montascale con l’eliminazione della scala di accesso all’ingresso principale della sede. Nel 2020 la sezione sarà quindi completamente a norma per quanto riguarda l’assenza di barriere architettoniche e sarà ufficialmente antenna territoriale per volere del nostro Consiglio Regionale e rappresenterà, a tutti gli effetti,  una diramazione di SPAZIO DISABILITA’ di REGIONE LOMBARDIA.

 

Il Consiglio Direttivo, già nel corrente anno, ha aderito al progetto redatto dal Consiglio Regionale dal titolo “ABILI AL LAVORO 2019” di Fondazione Cariplo che vede come partner, tra gli altri, anche tutti gli uffici di collocamento mirato delle province lombarde. La durata del progetto è triennale. Quindi la sezione, dal 2020 in poi dovrà mantenere stretti e costanti rapporti con l’ufficio di collocamento mirato di Como.

 

La sezione nel 2019 ha aderito anche  ad un bando di Regione Lombardia con il progetto ID 115 – risorse MLPS decreto RL 13943/2018 dal titolo “MONUMENTI APERTI – Il bello per tutti” come ente partner e con capofila l’associazione Iubilantes; parte delle attività previste dal progetto si sono già svolte. Il Consiglio Direttivo nel 2020 dovrà portare avanti la collaborazione con Iubilantes per quanto concerne la verifica dell’accessibilità e la fruibilità dei beni artistici, culturali e naturalistici della nostra provincia da parte dei non vedenti e ipovedenti.

 

Il Consiglio Direttivo sarà tenuto a mantenere il rapporto di forte collaborazione con il Comitato provinciale della F.A.N.D. per poter porre in atto specifiche richieste di intervento da parte degli enti pubblici a favore del vasto ed eterogeneo mondo della disabilità. In questo ambito sarà organizzata la VIIi^ Giornata Provinciale della Fand alla presenza di tutti i responsabili delle associazioni aderenti.

Inoltre il consiglio dovrà impegnarsi nello sviluppo di nuove iniziative al fine di conquistare maggiore visibilità nell’intero territorio provinciale, ad esempio, aderendo in rete ad iniziative poste in essere da altre realtà associative territoriali. (Centro Servizi Volontariato-Iubilantes-Isola che c’è etc)

 

Particolare attenzione dovrà essere dedicata a quelle realtà fortemente volute dall’U.I.C.I. e che devono operare in sinergia tra loro, come il Centro Risorse Disabilità Visive operante presso la  sezione. Sarà un compito prioritario, come sempre avvenuto negli anni precedenti, quello legato all'inserimento scolastico e sociale dei disabili visivi, partendo dai più piccoli impegnati nel mondo della scuola primaria in stretta collaborazione con ATS, proseguendo con le attività svolte in sinergia con i nuovi responsabili per lo svolgimento di attività di sostegno riferita agli ambiti di conoscenza del Braille e dell’applicazione dell’informatica insieme alla promozione dell’autonomia mediante corsi di mobilità ed orientamento e l’adozione di strumenti tecnologicamente avanzati.

La sezione  farà il possibile per organizzare anche nel 2020 un corso di aggiornamento per insegnanti, per consentire loro di utilizzare il bonus di Euro 500,00 istituito dal MIUR attraverso il portale “Carta del Docente”, che consente di  formare i docenti sulle necessità degli studenti con disabilità visiva e far conoscere le competenze tiflodidattiche, di cui la scuola ha particolarmente bisogno.

La presente relazione programmatica intende elencare, in forma schematica, i servizi e le differenti iniziative che la sezione di Como dell’U.I.C.I. si impegnerà a programmare, a finanziare e a realizzare a favore dei propri Soci e, comunque, a favore di tutti i soggetti disabili visivi, per l’anno 2020.

 

1) Garantire un programma organico di intervento a favore dei propri rappresentati

La sezione erogherà i seguenti servizi:

 

-servizi di accompagnamento con l’auto sezionale avvalendosi dei volontari storici sezionali e di quelli eventualmente assegnati dal Servizio Nazionale Civile. La sezione ha già redatto e presentato il nuovo progetto dal titolo “Volontari per sempre”, per ottenere l’assegnazione di nuovi volontari, in sostituzione di quelli attualmente in servizio. Il Dipartimento per le Politiche Giovanili e per il Servizio Civile Universale ha già esaminato ed approvato il suddetto progetto assegnandogli 64 punti.

-Ideazione ed organizzazione di vari corsi che assumono una specifica valenza formativa e riabilitativa; 

corsi di autonomia personale, di orientamento e mobilità tenuti dal Dr. Simone Morelli e che si svolgeranno durante l’intero anno.

Da ottobre  a maggio, presso il salone sezionale, presso la palestra Mariani del comune di Como (gratuitamente concessa a favore della sezione) e presso la piscina del CSU, si terranno rispettivamente i corsi di ginnastica e attività motoria, di yoga e di acquaticità.

-Corsi di chitarra per soci ed amici tenuti dal consigliere musicista Domenico Cataldo, con la possibilità  di estendere il progetto ad altri strumenti e altre discipline musicali.

-Corsi di scrittura e lettura Braille saranno assicurati, anche singolarmente, a favore di iscritti ed insegnanti tenuti da soci volontari.

-L’iniziativa di svago ed aggregazione del giovedì pomeriggio coinvolgerà soci e volontari per la realizzazione di un laboratorio di assemblaggio di lavoretti e prodotti natalizi da distribuire in occasione del banco-vendita alla festa di S. Lucia.

-Verrà riproposto sicuramente anche  nel 2020 il concorso “COMUNICARE NEL BUIO”, in collaborazione con la Prof.ssa Franca Aianirivolto alle classi degli Istituti superiori dell’intera provincia di Como per la presentazione, oltre che delle attività e delle esperienze maturate all’interno dell’associazione, del metodo di lettura e scrittura Braille con successiva prova-concorso di scrittura da parte degli studenti.   Si tratta di una iniziativa lodevole, che ogni anno riscuote notevole successo e che consente di arricchire la sensibilità di centinaia di studenti delle scuole superiori.

-Il gruppo di soci operatori e volontari coordinati dalla socia Sig.ra Copelli Gisella garantiranno la loro presenza nel corso del 2020 per riproporre il progetto “Giochiamo al Buio”, l’esperienza di sensibilizzazione alle problematiche della disabilità visiva  - laboratorio sensoriale didattico, rivolto agli alunni delle classi terza, quarta e quinta della scuola primaria e delle scuole secondarie di 1° grado. La scuola “Corridoni” di viale Sinigaglia, a questo proposito, garantisce ormani da anni un’aula appositamente oscurata.

- Nei primi mesi dell’anno i soci/camerieri e operatori al buio, coordinati dalla socia Gabriella Riva, garantiranno la loro presenza durante lo svolgimento di apertivi/apericene e cene al buio organizzati presso locali cittadini e che da qualche anno a questa parte riscuotono notevole successo; la sezione cercherà quindi di incrementare questo tipo di iniziative che assumono particolare valore in quanto contribuiscono ad aumentare la condivisione e la visibilità dell’associazione presso l’opinione pubblica.

-Verranno assicurate le consuete attività sportive ideate e realizzate dal gruppo Sportivo Ciechi Lariani G.S.C.L., che organizzerà il consueto corso di sci alpino nei mesi da Gennaio a marzo 2020,  le consuete camminate e giro in canoa, occasioni di sana attività fisica ispirate da un alto spirito di gruppo e di solidarietà.

-Nel corso del 2020 si svolgeranno i 3 momenti associativi più significativi e precisamente: nel mese di aprile la prima assemblea ordinaria dei soci per l’approvazione del bilancio consuntivo e della relazione morale, nel mese di settembre la seconda assemblea per l’approvazione del Budget e della relazione programmatica e, nel mese di dicembre,  la consueta Giornata del Cieco Festa di Santa Lucia, con programma che si rinnova di anno in anno.

 

Altre iniziative di SEGRETARIATO SOCIALE in programma per il 2019:

SERVIZIO DI PATRONATO  La segreteria si occuperà dell’inoltro  e della  definizione di  pratiche di patronato, tra le quali: inoltro telematico di pratiche per ottenere il riconoscimento della cecità e invalidità civile, ottenimento della pensione, indennità speciale e di accompagnamento, richiesta agevolazioni e permessi  Legge 104/92,  richiesta di estratto contributivo.

SERVIZIO CAF

Anche nel corso del 2020 la sezione garantirà ai soci, che ne faranno  espressa richiesta, la possibilità di predisporre la dichiarazione dei redditi attraverso apposita convenzione con ANMIL.

 

Altre attività

- assistenza qualificata per inoltro di pratiche e altra documentazione a enti pubblici e in particolare alle A.S.L., Inps e alla Regione Lombardia;

- dati disponibili sul sito della sezione www.uicicomo.it con la pubblicazione del notiziario settimanale, della circolare periodica ai soci, del calendario degli eventi e di documentazioni varie;

-  dati disponibili sulla pagina di Facebook: uici como;

- dati disponibili sul sito del Gruppo Sportivo Ciechi Lariani www.gscl.it aggiornati periodicamente con notizie, progetti  ed immagini;

- pubblicazione di circolari periodiche informative in differenti formati:  in nero, braille, CD con registrazione in formato MP3, testo a carattere ingrandito, mediante posta elettronica, inviati a soci e familiari;

- registrazione digitale su CD ed invio mediante posta elettronica del “Settimanale della Diocesi” di Como, registrazione di libri e di documenti a richiesta con la collaborazione dei donatori di voce;

- distribuzione ai soci di audioriviste settimanali e mensili prodotti dal C.I.L.P. con sottoscrizione di un abbonamento annuale a carico della sezione;

- trascrizioni in Braille con la stampante in dotazione alla sede, fotocopie di documenti e invio fax;

- fornitura di strumenti tiflotecnici-informatici ed elettronici per la soluzione di problemi quotidiani legati alla disabilità visiva;

- prestito di materiale tiflodidattico disponibile presso il Centro Risorse Disabilità Visive;

- compilazione di questionari, schede, moduli riferiti ai singoli Soci o provenienti dal Consiglio Regionale lombardo U.I.C.I. o dalla Sede Centrale U.I.C.I. concernenti tematiche o problematiche di categoria.

 

2) Svolgimento di adeguati programmi annuali di propaganda per la profilassi della cecità.

 

La sezione riserverà particolare attenzione al Centro Riabilitazione Visiva denominato "CERVI" operante presso l’Ospedale S. Anna di Como; quest’ultimo dovrà proseguire il proprio attivo ruolo di assistenza qualificata e di prescrizione di strumenti tiflotecnici-informatici che saranno forniti gratuitamente ai pazienti che presentano disturbi legati alla disabilità visiva.

Nel corso del 2020 si cercherà di potenziarne l’attività, magari inserendo nelle figure professionali già operanti presso il centro anche la figura dello psicologo che possa intervenire nei casi più delicati e a favore di persone che presentano problemi visivi intervenuti in età adulta.

 

La sezione proseguirà la collaborazione con il Dott. Roberto Magni, affiancato da un gruppo di ortottisti, il Lions Club Como Host, il Lions Club Como Plinio il Giovane, il Lions Club Como Lariano, il Rotary Club Como, il Rotary Club Como Baradello, nell’ambito del “Progetto Elisa – Prevenzione primaria dell’ambliopia”, che come tutti gli anni, svolge un  programma straordinario di controllo precoce della vista rivolto ai bambini dai 10 ai 22 mesi di età. Questa iniziativa si svolge sempre con il supporto anche del Comune di Como.

 

3)         Garantire lo svolgimento di interventi atti a favorire l’educazione e l’istruzione professionale dei ciechi e, conseguentemente, il loro proficuo inserimento nelle attività lavorative e la loro effettiva partecipazione alla vita sociale della regione

- organizzazione di corsi di informatica di base e avanzati tramite propri docenti

- fornitura di consulenza informatica da parte del tecnico sezionale a domicilio dei non vedenti e ipovedenti su richiesta

- conoscenza di nuovi hardware e software ed incontri con esperti del settore tecnologico, promuovendo l’interesse di nuove tecnologie assistive;

- servizio di download di opere dalla banca dati nazionale del C.N.L.P. a favore dei soci con fornitura di relative opere su Cd o in Mp3.

-la sezione rinnoverà anche nel 2020 la convenzione con la Cooperativa Sociale Senza barriere Onlus di Trento per ottenere opere inserite nella loro cineteca audio.

 

I  dirigenti, il Consigliere Regionale e i vari responsabili di settore parteciperanno alle riunioni del Consiglio Regionale Lombardo U.I.C.I., alle commissioni regionali di categoria e ad incontri, seminari e convegni programmati a livello regionale e nazionale; dovranno sostenere l’onere di attuare iniziative sezionali per offrire ampio spazio a livello informativo e formativo su temi legati alla disabilità visiva, alla ricerca scientifica, alle novità tecnologiche, alla situazione critica di alcune categorie come gli ipovedenti, i giovani, i pluriminorati e gli anziani.

 

4)         Garantire l’incremento della ricerca tecnologica primaria, consistente nello studio, nel perfezionamento e nella sperimentazione di materiali ed apparecchiature speciali.

 

- nel corso del 2020 la sezione intende potenziare l’utilizzo della stampante 3D per la creazione di piccoli gadget oppure oggetti di uso quotidiano e difficili da reperire (quali guida firma, regoli per tavolette etc)

 

- fornitura di strumenti tiflotecnici-informatici ed elettronici per la soluzione di problemi quotidiani legati alla disabilità visiva;

 

- prestito di materiale tiflodidattico disponibile presso il Centro Risorse Disabilità Visive a favore di alunni, scuole ed insegnanti;

 

- conoscenza di nuovi hardware e software mediante  incontri presso la sede sezionale  con invito di esperti del settore tecnologico, promuovendo incontri di particolare interesse sulle nuove tecnologie assistive e nuovi ausili tiflotecnico/informatici

 

- assistenza specifica per l'acquisizione delle abilità per l'utilizzo di prodotti con sintetizzatore vocale o, touch screen, smart phone e di strumenti ingrandenti;

 

5)         Garantire un’attività promozionale di sostegno sul piano sociale, lavorativo e culturale nonché l’adeguamento delle strutture organizzative al soddisfacimento delle fondamentali necessità dei non vedenti.

L'inserimento lavorativo del disabile visivo è divenuto nel corso degli ultimi anni molto difficoltoso sia per la modifica delle tecnologie legate alla professione del centralinista, sia per la perdurante crisi economica che non ha risparmiato l’ambito professionale dei disabili visivi.

Sarà richiesto un forte impegno della sezione U.I.C.I. insieme ai Referenti delle professioni (centralinisti, fisioterapisti, insegnanti), per intervenire sollecitamente, nel rispetto delle disposizioni di legge in materia di assunzioni obbligatoria, al fine di verificare la situazione specifica per giungere ad una riqualificazione o ad un reimpiego.

       Nel corso del 2020 la sezione cercherà di mantenere rapporti stabiliti e duraturi anche con l’ufficio di collocamento mirato operante presso l’Amministrazione provinciale.

Si realizzeranno, su istanza delle differenti commissioni regionali istituite nell’ambito occupazionale e su invito della Presidenza Nazionale, iniziative volte alla raccolta di dati, questionari, trasmissione di notizie e normative in tempo reale dei soci interessati

 

CONCLUSIONI

 

Il Presidente sezionale, l’intero Consiglio Direttivo, il Consigliere Regionale, i referenti e i collaboratori di settore ringraziano tutti i soci per la loro collaborazione e li esortano ad assicurare il loro necessario sostegno concreto in questo prossimo anno 2020, caratterizzato dall’effettuazione delle votazioni per il rinnovo delle cariche sociali.

Il nuovo Consiglio Direttivo sezionale, eletto nel mese di Aprile,  dovrà continuare ad operare con efficacia per il perseguimento degli obiettivi sopra richiamati e per favorire la crescita sociale della sezione, per difendere i diritti e  ricordare i doveri morali e materiali dei disabili visivi, per abbattere le barriere sensoriali, psicologiche, sociali  e strutturali ancora oggi, purtroppo, esistenti ed,  infine, per diffondere nella società la cultura della solidarietà e della vera inclusione sociale dei non vedenti e degli ipovedenti.

 

I principi fondamentali e le linee di indirizzo sopra esposte risultano la principale traccia da seguire nel prossimo anno sociale Il programma presentato potrà comunque essere modificato ed integrato con proposte che dovranno essere sostenute dal bilancio sezionale, da finanziamenti e sponsorizzazioni di enti privati o pubblici.

 

Como, 20 luglio 2019                                  PER IL CONSIGLIO DIRETTIVO

                                                                    IL PRESIDENTE  Dr. CLAUDIO LA CORTE